-

galleriafoto

ricerca iscritto

 
Clicca qui per visualizzare la guida all'utilizzo della webmail e alla configurazione dei principali client di posta elettronica
Guida per l'aggiornamento dei parametri di configurazione
  

 

winmail
Winmail Opener programma di utilità che consente di visualizzare ed estrarre contenuti dei file codificati TNEF (winmail.dat infame).
Winmail Opener in grado di decodificare e visualizzare RTF testo del messaggio e tutti gli allegati incorporati, ha il pieno supporto drag-and-drop e supporta la modalità a riga di comando per la decodifica in batch.

Eutekne.info

La Corte Ue mette fuorigioco i contratti di cost sharing bancari e assicurativi
Non possono rientrare nell’esenzione IVA le prestazioni di servizi che non contribuiscono all’esercizio di attività di interesse pubblico.
Sanzione per infedele dichiarazione IRPEF anche all’accomandante
Secondo la Cassazione ciò vale anche nelle sas, perché a tali soci è sempre consentito di verificare l’effettivo ammontare degli utili conseguiti.
Dall’Agenzia nuove FAQ sulla comunicazione dati fatture
Chiariti, fra l’altro, alcuni dubbi riguardanti le agenzie di viaggio e turismo.
Decreto presidenziale contestabile solo con reclamo al Collegio
Se il reclamo non è presentato entro i trenta giorni, l’effetto è simile a quello del giudicato.
Spunta l’ipotesi della proroga per l’assegnazione agevolata ai soci
Nell’attesa dell’ufficialità gli atti riguardanti le operazioni agevolate devono essere effettuati entro il 30 settembre.
La separazione neutralizza il mancato trasferimento nella prima casa
Non si verifica la decadenza dall’agevolazione se prima dei 18 mesi l’immobile viene trasferito al coniuge per la separazione.
Sprint finale per il rimborso dell’IVA assolta in altri Stati Ue
La richiesta telematica è inoltrata dall’Agenzia delle Entrate allo Stato Ue di rimborso.
Intestazione fittizia dei beni reato presupposto per il riciclaggio
Il trasferimento fraudolento di valori può avere tale funzione laddove riciclo o reimpiego abbiano a oggetto i beni sottratti illecitamente alla confisca.
Contributi minimi alla gestione separata INPGI entro il 30 settembre
Il termine riguarda coloro che nel corso di quest’anno hanno svolto attività giornalistica in forma autonoma.

Ti trovi qui:

Home

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Ultima Newsletter

 

Newsletter FPC n. 35/17 del 18.09.2017

a cura della Commissione FPC


IN EVIDENZA 

alt REGOLAMENTO RECANTE CODICE DELLE SANZIONI DISCIPLINARI

Si ricorda che dal 1° gennaio 2017 è in vigore il Regolamento Recante “Codice delle Sanzioni Disciplinari”.

 

Si evidenzia, per l’attività Formativa Professionale, l’art. 15 “Violazione dell’obbligo di Formazione Professionale”:

1. La violazione dell’obbligo di cui al comma 5 dell’articolo 8 del Codice Deontologico comporta l’applicazione delle seguenti sanzioni disciplinari:

-       assenza totale di crediti formativi professionali: sospensione dallesercizio professionale fino a tre mesi;

-       conseguimento di meno di trenta crediti formativi: sospensione fino a due mesi;  

-       conseguimento di numero crediti formativi da trenta a sessanta: sospensione fino a 1 mese;  

-       conseguimento di numero crediti formativi oltre sessanta: censura.  

2. L’iscritto che incorre nella violazione dell’obbligo formativo nel triennio successivo è punito con la sospensione dall’esercizio professionale fino al doppio di quanto previsto nel comma precedente.            

3. Il mancato conseguimento dei 20 crediti formativi minimi in ciascun anno, ovvero il mancato conseguimento dei 9 crediti in attività formative aventi ad oggetto l’ordinamento, la deontologia, i compensi, l’organizzazione dello studio professionale, la normativa antiriciclaggio e le tecniche di mediazione nel corso del triennio comporta, in ogni caso, la sanzione della censura.  

4. Ai sensi dell’articolo 1, comma 5, del Decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'Universi e della Ricerca 7 agosto 2009, n. 143 il professionista che non ha assolto l’obbligo di formazione professionale non può accogliere alcun tirocinante.

5. Per coloro che sono iscritti nell’Elenco Speciale la violazione dellobbligo formativo comporta l’applicazione della sanzione disciplinare della censura.  

6. Per gli iscritti nell’Albo che abbiano compiuto il 65° anno di età la violazione dell’obbligo formativo comporta l’applicazione delle seguenti sanzioni disciplinari:

-      assenza totale di crediti formativi professionali: sospensione dallesercizio professionale fino a tre mesi;

-      conseguimento di meno di dieci crediti formativi: sospensione fino a due mesi;  

-      conseguimento di numero crediti formativi da dieci a venti: sospensione fino a 1 mese;  

-      conseguimento di numero crediti formativi oltre venti: censura.   

7. L’iscritto nell'Albo che abbia compiuto il 65° anno di età che incorre nella violazione dell'obbligo formativo nel triennio successivo è punito con la sospensione dall'esercizio professionale fino al doppio di quanto previsto nel comma precedente.

8. Per gli iscritti di cui al comma precedente il mancato conseguimento dei 7 crediti formativi minimi in ciascun anno, ovvero il mancato conseguimento dei 9 crediti in attivi formative aventi ad oggetto l’ordinamento, la deontologia, i compensi, l’organizzazione dello studio professionale, la normativa antiriciclaggio e le tecniche di mediazione nel corso del triennio comporta, in ogni caso, la sanzione della censura.  

9. Gli iscritti ai quali sia irrogata una sanzione per il mancato adempimento dell’obbligo formativo non possono essere inseriti negli elenchi previsti da specifiche normative, o formati dal Consiglio dell’Ordine su richiesta dell’Autorità Giudiziaria, della Pubblica Amministrazione o di Enti Pubblici, al fine dell’assegnazione di incarichi o della designazione di Commissario in esame.

 

Consulta il Regolamento completo